Da qualche mese stiamo assistendo a una piccola rivoluzione tecnologica con dispositivi che sono sempre più presenti nelle case. Anche gli assistenti virtuali o gli altoparlanti collegati che possono essere controllati dal semplice suono della voce faranno la loro comparsa sulla nave da crociera. MSC Crociere è la prima compagnia ad integrare l’intelligenza artificiale in ogni cabina con ZOE.

Uno strumento in sintonia con i tempi

Il successo commerciale degli altoparlanti collegati è enorme e tutti i giganti dell’industria informatica hanno lanciato il loro modello. Il principio è semplice, basta chiedere ad alta voce cosa si vuole e il dispositivo risponderà. Da quel momento in poi è possibile ascoltare la propria musica preferita, scoprire come sarà il tempo domani e persino regolare l’illuminazione della propria casa.

MSC Crociere continua a sviluppare il sistema MSC For Me, che permette l’utilizzo di dispositivi collegati sulle sue navi. L’installazione, per la prima volta al mondo, di un assistente virtuale in ogni cabina è un nuovo passo avanti.

È a bordo di MSC Bellissima che ZOE farà la sua comparsa. Sviluppato in collaborazione con Samsung Electronics e Harman International, riconoscerà sette lingue e tutti i loro accenti. Per rispondere in modo efficace, le 800 domande più frequenti poste dai passeggeri sono state compilate con molteplici possibilità di rispondere a ciascuna di esse.

Facilità d’uso e proiezione dei dati

Per attivare ZOE, basta dire “OK ZOE” e porre la domanda. Questo piccolo oggetto è un concentrato di tecnologia con microfoni a lungo raggio, un altoparlante di ottima qualità audio e potenti processori che gli permetteranno di ottenere una risposta in pochi decimi di secondo.

Sarà possibile collegare un telefono cellulare in Bluetooth per ascoltare la musica e sarà anche collegato alla TV in cabina per fornire informazioni più precise e dettagliate. In un futuro vicino, ZOE offrirà ancora più possibilità di personalizzazione integrando altre funzionalità del programma MSC For Me.

È probabile che alcuni passeggeri non troveranno bene l’ingresso di questa intelligenza artificiale nel santuario di una cabina da crociera. Per rassicurarli, è importante notare la presenza di un pulsante on/off in grado di mettere ZOE completamente fuori servizio.

Le famiglie con bambini o adolescenti saranno più propense a utilizzare questo nuovo strumento. Si spera che l’azienda utilizzi i dati raccolti in modo saggio e che la sicurezza della rete sia tale da impedire ai potenziali hacker di recuperare le informazioni sensibili dei clienti.

Ecco cosa possiamo dire oggi del nuovo compagno di viaggio virtuale sviluppato da MSC Crociere. Dopo la MSC Bellissima, ZOE apparirà su tutte le nuove navi della compagnia.

Lascia un commento